Blog

Snam sarà Net Zero nel 2040

April, 2021

Impegni precisi con una tabella di marcia definita per arrivare al traguardo in anticipo rispetto al settore.

Raggiungere le zero emissioni nette scope 1 e scope 2 al 2040 è l’obiettivo che Snam ha dichiarato pubblicamente per contrastare il cambiamento climatico e assicurare lo sviluppo sostenibile delle sue attività.

Il cambiamento climatico è tra le sfide più importanti di questo secolo ed è indispensabile raggiungere gli obiettivi fissati nel 2015 con l’Accordo di Parigi, contenendo il riscaldamento globale entro i 1,5 gradi centigradi per evitare danni irreparabili al nostro pianeta.

Per questo motivo, Snam ha fissato il proprio obiettivo al 2040, in anticipo rispetto a quello del proprio settore e nel quadro degli impegni dell’Unione europea.

Come commenta l’amministratore delegato, Marco Alverà, “si apre una nuova fase della storia di Snam, che nella sfida climatica è ben posizionata per avere un ruolo di abilitatore della transizione energetica, favorendo la decarbonizzazione con una visione di lungo termine, coerente con il proprio purpose e gli obiettivi italiani ed europei”.

Il piano Green Deal vuole fare dell’Europa il primo continente a eliminare dall’atmosfera almeno tanta CO2 quanta ne produce entro il 2050. Un obiettivo che condivide anche con Canada, Giappone, Corea del Sud, e che è tornato a esserlo anche per gli Stati Uniti del presidente Joe Biden. La Cina ha fissato l’obiettivo al 2060.

Per Snam nel 2030 la prima tappa significativa per il taglio alle emissioni – Gli impegni in ambito ESG

Per raggiungere la “net zero” al 2040, il gruppo ha innalzato al 50% entro il 2030 (sulla base delle emissioni 2018)  il target di riduzione delle emissioni di CO ₂ eq. (scopo 1 e 2), che prima puntava a 40% rispetto al 2016. È significativo anche l’impegno sulle emissioni indirette “Scope 3″ sulle quali Snam ha rafforzato le iniziative di collaborazione con le società partecipate e con la catena di fornitura. La società, oltre alle iniziative di carattere climatico, presidia tutti i fattori ESG (Environment, Social, Governance) attraverso una ” scorecard” che prevede il raggiungimento di 22 target quantitativi su 13 aree.

Meno emissioni, maggiore efficienza e soluzioni innovative: il ruolo del gas naturale

Snam è consapevole del proprio ruolo come facilitatore della transizione energetica del Paese verso un’economia low-carbon. A tal fine, oltre al continuo rafforzamento del proprio core business, sempre più sono stati gli investimenti e gli sforzi verso lo sviluppo dei gas verdi e l’introduzione di nuovi comparti di business come la mobilità sostenibile e l’efficienza energetica. La società infatti prevede lo sviluppo di attività e progetti per la transizione energetica, protagonisti del piano strategico 2020-2024, puntando molto sia sul biometano, sia in via più prospettica sull’idrogeno per i quali la rete infrastrutturale del gas è adeguabile in modo competitivo contribuendo al processo di decarbonizzazione del Paese.

Approfondisci e leggi di più nel sito di Snam

Articoli correlati

13 Maggio 2021
Biogas Americas Live is underway all May
7 Maggio 2021
MXO. L’innovativa tecnologia IES Biogas per la miscelazione
1 Maggio 2021
Maggio con Biogas Americas Live
26 Aprile 2021
Recovery Plan, 1,92 miliardi per lo sviluppo del biometano in Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *