Blog

Green Week, l’impianto Principi di Porcia tra le Fabbriche della Sostenibilità

July, 2021

 

Dal 2011 la Green Week è un evento che affronta i temi legati alla green economy: nei primi tre giorni si articola in un tour alla scoperta delle Fabbriche della Sostenibilità e successivamente si svolge a Parma per il Festival della Green Economy, che vede protagonisti i più importanti esponenti dell’economia, della finanza, e delle istituzioni attenti ai temi della sostenibilità.

L’edizione 2021, che si tiene dal 5 all’11 luglio, ha inserito anche quest’anno l’impianto dell’azienda Principi di Porcia e Brugnera, realizzato da IES Biogas, tra le Fabbriche della Sostenibilità, aziende d’eccellenza impegnate nell’innovazione che organizzano per l’occasione visite guidate, workshop, seminari o talk destinati a studenti delle scuole secondarie di secondo grado, dottorandi e ricercatori provenienti dalle migliori università del Paese, oltre a professionisti ed esperti.

Il 6 luglio, gli studenti universitari del progetto Academy sono stati ospiti del dottor Guecello di Porcia, proprietario dell’azienda agricola e vitivinicola Principi di Porcia e Brugnera, che li ha accompagnati alla scoperta di tutti i benefici che la valorizzazione degli scarti agrozootecnici e la produzione di energia green portano a quella che, da oltre 800 anni, è una realtà agricola d’eccellenza, oggi modello di sostenibilità ed economia circolare, che mette al centro l’ambiente, il suolo e la conservazione della biodiversità.

Per conoscere le caratteristiche dell’impianto biogas 999 kWe dell’azienda, clicca qui

Tra le visite delle Fabbriche di Sostenibilità, anche l’impianto di compressione di Sergnano di Snam.

 

Articoli correlati

5 Agosto 2021
Pieve Ecoenergia, modello di economia circolare
23 Luglio 2021
Idrogeno, avviato progetto italiano per decarbonizzare industria del vetro
22 Luglio 2021
DL Semplificazioni: approvati emendamenti a favore del settore biogas e biometano
16 Luglio 2021
September 21 and 23, 2021. Biogas Americas RNG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *